Skip links

Citroën-Kégresse P17


Citroën-Kégresse P17

Gli anni ’20 e ’30 furono anni caratterizzati da uno spiccato gusto verso l’esotismo, dalle scoperte scientifiche e dalla meccanizzazione in tutti i settori. Citroën decise quindi di cominciare la produzione di veicoli autocingolati, per rispondere nel miglior modo alle sfide dell’epoca. Il Citroën-Kégresse P17 era un trattore d’artiglieria semicingolato prodotto dalla casa del Double Chevron e basato sul sistema sviluppato dal celebre inventore e progettista francese, Adolphe Kégresse. Il mezzo fu prevalentemente utilizzato dall’Esercito francese e da quello polacco; inoltre questo incredibile mezzo fu il primo semicingolato al mondo prodotto in serie.

La storia

Il P17 faceva parte di una famiglia di semicingolati, che comprendeva anche il P14 ed il P19, usati dall’Esercito francese all’inizio degli anni ’30 come trattori d’artiglieria, veicoli trasporto truppe e da ricognizione. Tutti questi veicoli erano basati sul cingolo tipo “Kégresse-Hinstin”, sviluppato per i grandi raid trans-africani degli anni venti. Il P17, derivato sul P10, suo predecessore  in particolare era basato sul telaio della Citroën AC4 e venne prodotto in grandi quantitativi il 1930 ed il 1934 come trattore d’artiglieria per l’esercito francese.

Nel 1931 la Francia consegnò alla Polonia 94 semicingolati Citroën-Kegresse nei vari modelli P14, P17 e P19. I P17 polacchi vennero impiegati fino alla seconda guerra mondiale per il traino di cannoni, come posto telefonico e anche come veicolo da collegamento.

La Tecnica

Il motore, montato in posizione avanzata, era quadricilindrico a benzina Citroën AC4F da 1628 cc, capace di erogare 32 CV, che permettevano al P17 di raggiungere una velocità massima di 45 km/h su qualsiasi superficie. Il telaio era a longheroni ed era caratterizzato da un rullo sul muso, che favoriva il superamento di dossi e trincee. Le ruote anteriori, direttrici, avevano balestre semiellittiche; il treno di rotolamento del tipo “Kégresse-Hinstin” era costituito dalla ruota motrice anteriore, dalla ruota di rinvio posteriore su un bilanciere, da due carrellini portanti a due ruote ciascuno collegati all’asse posteriore da balestre semiellittiche e da un rullo reggicingolo. La carrozzeria era, invece, costituita dalla cabina di guida aperta, munita di telone, e posteriormente da un cassone in legno con due panche laterali, che permettevano il trasporto di 6 passeggeri.

FONTE Citroën Origins

Return to top of page
CONTATTACI
800978833 Scrivici